casa-studente

Dopo 9 anni ripartono i lavori della casa dello studente a Pescara. Ieri la notizia è stata resa nota dall’assessore regionale al Diritto allo studio e la direttrice Adsu Chieti-Pescara.

In una conferenza stampa, l’assessore regionale Marinella Slocco ha specificato tutto l’iter burocratico legato alla lunga vicenda della residenza universitaria. Sono stati resi noti tutti i passaggi burocratici dal 1997 ad oggi.

Dopo 9 anni di fermo (dicembre 2006) ripartono i lavori della casa dello studente in Viale Benedetto Croce (Pescara).

Nuovi fondi sono stati reperiti e il merito va anche a Teresa Mazzarulli, direttrice Adsu Chieti-Pescara, impegnata da sempre per le risoluzioni burocratiche in atto tra Regione, Ater di Pescara e Azienda al Diritto allo Studio.

Sono nate anche delle polemiche e delle rivendicazioni di merito, tuttavia c’è qualcuno che ha seguito tutti gli step ed è stato l’ex rappresentante Adsu per 360gradi Emilio Longhi, unico studente presente alle sessioni di CdA in cui si è affrontata la questione, lavorando in collaborazione con la direttrice e tutto il CdA dell’Adsu Chieti-Pescara per l’acquisizione di nuovi fondi necessari alla ripartenza del progetto.

Come studenti non possiamo far altro che essere lieti, perché come ha ricordato l’assessore al Diritto allo studio, dopo il crollo della casa dello studente dell’Aquila, quella di Pescara sarà l’unica residenza studentesca in Abruzzo.

Il rappresentante degli studenti all’Adsu,

Dario Lorè

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: