0

Vittoria di uno studente contro la d’Annunzio: approvato il passaggio di corso senza test d’ingresso

Condividi

La sentenza parla chiaro: approvato il passaggio dello studente da Scienze Motorie a Fisioterapia senza sostenere il test d’ingresso

Una sentenza del Consiglio di Stato dà ragione ad uno studente in causa con l’Università d’Annunzio che potrà effettuare il cambio di corso di laurea da Scienze Motorie in Fisioterapia senza sostenere il test d’ingresso.

Secondo gli organi di giurisdizione (Consiglio di Stato e Tar Abruzzo) lo studente ha il diritto di veder riconosciuta la propria carriera maturata durante il corso di laurea in Scienze Motorie, per l’accesso al corso di laurea in Fisioterapia senza sostenere il test d’accesso perché al momento della richiesta di cambio corso erano presenti posti vacanti non occupati e destinati a studenti stranieri.

Il dibattito sull’accesso programmato per i corsi di laurea sanitari. Si rischia un precedente per bypassare il test

La vittoria della causa da parte dello studente della d’Annunzio è diventata un caso nazionale e ha riacceso il dibattito sull’importanza dell’accesso programmato per i corsi di laurea riguardanti le professioni sanitarie. Tant’è che sia il Magnifico Rettore Sergio Caputi sia il MIUR, dopo il primo provvedimento del Tar, hanno espresso le loro preoccupazioni riguardanti il caso. La sentenza potrebbe costituire un precedente per altri studenti con l’intento di bypassare il test d’ingresso utilizzando la via giudiziaria (sicuramente non alla portata e nelle possibilità di tutti) per accedere i corsi di laurea ad accesso programmato.

Un diritto negato e fatto valere in tribunale

Una battaglia giudiziaria che sembra concludersi con una sentenza favorevole per gli studenti che aprirà sicuramente altri scenari  in futuro. In lettura giurisprudenziale è ormai chiaro che, in presenza di posti vacanti non occupati da studenti stranieri, gli organi di giurisdizione tendano a rendere possibile il passaggio ad un corso di laurea “affine” anche se ad accesso programmato.

Romboweb Abruzzo Giornale studentesco universitario 

Michele Neri


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *