0

Verso l’abolizione del coprifuoco: arrivano le nuove disposizioni per i mesi estivi

Condividi

Coprifuoco dalle ore 23:00 da mercoledì 18 maggio, verso l’abolizione a partire dal 21 giugno. Tutti i dettagli delle nuove disposizioni

Coprifuoco e nuove disposizioni

In seguito alla riunione del Consiglio dei Ministri, avvenuta nel pomeriggio di lunedì, sono state diffuse le nuove disposizioni che caratterizzano i mesi estivi italiani.
Prolungamento dell’orario del coprifuoco che slitta di un’ora alle 23:00 dalla giornata di mercoledì 18 maggio, per arrivare il 7 giugno fino alle 24:00 ed essere totalmente abolito a partire dal 21 giugno.

Al momento, tutte le regioni italiani sono individuate nella fascia di rischio gialla, tranne la Valle d’Aosta che rimane in arancione, e già a partire dal primo di giugno Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna potrebbero entrare in zona bianca; per essere seguite una settimana dopo da Abruzzo, Veneto e Liguria.

Riaperture anche per i centri commerciali nel fine settimana a partire dalle giornate di sabato 22 e domenica 23 maggio. Dal primo giugno i ristoratori sprovvisti di spazio all’aperto potranno accogliere i clienti all’interno dei locali sia a pranzo che a cena. Palestre in attività dal 24 maggio, mentre i parchi tematici dovranno attendere il 15 giugno.
Gli ultimi a vedere entrare i clienti saranno i centri termali e le piscine al chiuso, dal primo luglio torneranno in attività insieme alle sale giochi, le sale scommesse, i bingo e i casinò.

Il miglioramento dei dati di contagio e di diffusione del virus permettono al governo di garantire anticipi di riaperture, nonostante il numero dei decessi continui ad essere alto. Cambiati i parametri che determinano la distinzione nelle fasce di colore: l’indice RT sostituito dal numero degli ospedalizzati; verrà osservata la maggiore incidenza dei contagi rispetto alla diffusione sulla popolazione complessiva. Si ipotizza una distinzione in fasce di colore in base all’incidenza dei casi su 100 mila abitanti: con 250 casi zona rosa, dai 250 ai 150 zona arancione, dai 150 ai 50 zona gialla e con 50 o meno casi zona bianca.

Redazione Romboweb – Michela Mazzaferro


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *