0

“Università bandita”: ecco il nome della docente indagata alla d’Annunzio

Condividi

Scandalo in università: Operazione “Università Bandita”; spunta il nome del prof indagato alla d’Annunzio

Continua lo scandalo dei concorsi truccati che ha coinvolto 14 atenei italiani e che ha portato all’interdizione dai pubblici uffici il Rettore Francesco Basile dell’ateneo catanese . L’operazione “Università bandita”, condotta dalla procura di Catania, ha messo in luce molteplici reati commessi. Le accuse sono quelle di associazione a delinquere, turbativa d’asta, corruzione.
I reati riguardano anche 27 concorsi truccati: 7 per professore ordinario, 4 per professore associato, 6 per ricercatore

Spunta il nome del docente della d’Annunzio coinvolto nell’inchiesta

Tra gli atenei coinvolti nell’inchiesta “Università bandita”, c’è anche l’Università di Chieti e Pescara. Il nome relativo al campus abruzzese presente nelle carte dell’inchiesta della procura è quello della professoressa Giuseppina Lavecchia.
La professoressa Lavecchia è docente ordinario del dipartimento scienze psicologiche, della salute del territorio dell’Ateneo di Chieti.

«Dieci domande con 7 idonei tra cui lei. Quindi ci vuole la preselezione, io le sparo alcuni nomi ma ora mi faccio dare tutto l’elenco e vediamo chi sono questi stro**i che dobbiamo schiacciare».

Intercettazione telefonica del prof Giuseppe Barone (UniCT) a colloquio con uno degli idonei al concorso.

Un sistema “paramafioso” fatto di “pizzini” e minacce di ritorsione

Il tutto ha inizio con l’elezione dei membri del consiglio di amministrazione dell’Università catanese. Secondo le carte dell’indagine, l’ex rettore Giacomo Pignataro e il suo successore Francesco Basile avrebbero scelto a tavolino i loro membri preferiti.
Poi, per arrivare a tutti i componenti del Senato accademico, i due avrebbero consegnato dei “pizzini” (probabilmente con su scritto i nomi dei candidati da votare) a Giuseppe Sessa, presidente del coordinamento della facoltà di Medicina dell’Università di Catania, e Filippo Drago, direttore del Dipartimento di scienze biomediche e biotecnologiche. Pizzini che, a quanto pare, sarebbero arrivati perfino ai rappresentanti degli studenti i quali si sono piegati al sistema “paramafioso”.

«Abbiamo votato coi pizzini, abbiamo fatto prima la riunione come nel peggior sistema democristiano»

Dichiarazione del prof Giuseppe Barone (UniCt)

Gli interessi di parentela ovviamente non possono mai mancare. È il caso, infatti, dell’ex procuratore di Catania, Vincenzo D’Agata che si sarebbe interessato per il ruolo di ordinario nel settore Anatomia del dipartimento di Scienze biomediche per la figlia Velia. La candidata, scrive la Procura, avrebbe avuto più incontri per il concorso in università, e, si legge nel provvedimento, «in un’occasione accompagnata dal padre Vincenzo D’Agata, già procuratore della Repubblica di Catania». 

Redazione Romboweb Giornale studentesco universitario
Claudio Tucci

Gli indagati

Questi tutti i 66 indagati, 60 professori e altre sei persone a vario titolo collegate all’inchiesta:

Salvatore Cesare Amato (Unict)
Massimo Antonelli (UniRoma)
Marinella Astuto (Unict)
Pietro Baglioni (UniFirenze)
Laura Ballerini (Sissa Trieste)
Antonio Barone (Unict)
Giuseppe Barone (Unict)
Francesco Basile (rettore Unict)
Alberto Bianchi (Unict)
Antonio Giuseppe Biondi (Unict)
Paolo Cavallari (UniMilano)
Michela Maria Bernadette Cavallaro (UniCt)
Giovanna Gigliano (UniNapoli)
Umberto Cillo (UniPadova)
Giorgio Conti (La Cattolica Roma)
Agostino Cortesi (UniVe)
Velia Maria D’Agata (Unict)
Enzo D’Agata (ex procuratore di Catania)
Stefano De Francisci (UniCz)
Francesco Saverio De Ponte (UniMessina)
Santo Di Nuovo (Unict)
Francesco Di Raimondo (Unict)
Marcello Angelo Alfredo Donati (Unict)
Filippo Drago (Unict)
Alessia Facineroso (Unict)
Santi Fedele (UniMessina)
Enrico Foti (Unict)
Giovanni Gallo (Unict)
Anna Garozzo (Unict)
Eugenio Gaudio (UniRoma La Sapienza)
Maria Giordano (Unict)
Sebastiano Angelo Granata (Unict)
Salvatore Giovanni Gruttadauria (Unict)
Calogero Guccio (Unict)
Alfredo Guglielmi (UniVr)
Giuseppina La Vecchia (UniChieti-Pescara)
Giampiero Leanza (Unict)
Massimo Libra (Unict)
Giancarlo Magnano di San Lio (Prorettore Unict)
Luigi Vincenzo Mancini (UniRoma La Sapienza)
Claudio Marchetti (UniBologna)
Massimo Mattei (UniRomaTre)
Paolo Mazzoleni (Unict)
Carmelo Giovanni Monaco (Unict)
Maura Monduzzi (UniCagliari)
Marco Montorsi (Rettore Humanitas Rozzano)
Giuseppe Mulone (Unict)
Paolo Navalesi (UniCz)
Matteo Giovanni Negro (Unict)
Ferdinando Nicoletti (Unict)
Karl Jurgen Oldhafer (Barmbek Asklepios Hospital Amburgo)
Giuseppe Pappalardo (Unict)
Pietro Pavone (Unict)
Roberto Pennisi (Unict)
Vincenzo Perciavalle (Unict)
Giacomo Pignataro (Già rettore Unict)
Giovanni Puglisi (Unict)
Stefano Giovanni Puleo (Unict)
Maria Alessandra Ragusa (Unict)
Antonino Recca (ex rettore Unict)
Romilda Rizzo (Unict)
Salvatore Saccone (Unict)
Giovanna Schillaci (Unict)
Giuseppe Sessa (Unict)
Luca Vanella (Unict)
Giuseppe Vecchio (Unict).


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *