0

Erasmus+: a Bari cambiano le modalità di richiesta

Condividi

Nuovo algoritmo per CFU, media voti esami e Bonus anzianità; ecco cosa è cambiato nella richiesta Erasmus+ rispetto agli anni precedenti

Ogni anno tutte le università italiane indicono il bando Erasmus+, il programma di mobilità studentesca dell’Unione Europea, creato nel 1987. A breve l’UniBa pubblicherà il suo bando Erasmus+ apportando delle importanti modifiche nella richiesta.

Cosa è cambiato rispetto agli anni precedenti

Fra le maggiori novità, quest’anno l’Ateneo Aldo Moro ha inserito un nuovo algoritmo, attraverso il quale CFU e media dei voto degli esami avranno lo stesso identico valore in vista della graduatoria finale dei vincitori. Inoltre, è stato introdotto il bonus anzianità con il quale è previsto che gli studenti iscritti al penultimo e ultimo anno delle lauree magistrali a ciclo unico abbiano un bonus: per chi è iscritto al penultimo anno sono previsti 2 punti bonus, mentre per gli iscritti all’ultimo anno sono previsti 3 punti bonus.

Come iscriversi al bando Erasmus+

Per poter ottenere l’assegnazione di una mobilità Erasmus+ gli studenti dovranno candidarsi online attraverso il sistema informatico ESSE3, entrando nella propria pagina personale e cliccando sulla voce bando Erasmus+  2019/2020. La candidatura andrà presentata attraverso il modulo elettronico presente sul sito web d’Ateneo (assieme al bando e ai relativi allegati) alla piattaforma Erasmus Manager. Gli studenti avranno accesso a tale modulo solo previa presentazione della pre-candidatura su ESSE3, tramite inserimento del proprio codice fiscale e dell’email istituzionale degli studenti, sulla quale riceveranno la propria password personale.

Termine ultimo per l’acquisizione dei CFU

La graduatoria dei vincitori sarà stilata sulla base del coefficiente Erasmus, ossia il punteggio derivante dall’insieme di media aritmetica, CFU acquisiti e quelli acquisibili. Per poter acquisire tali CFU il termine ultimo era fissato al 30 novembre 2018. Il sistema ESSE3 prende in considerazione esami, attività e prove in itinere già sostenute.

Come funzionano i corsi linguistici per gli studenti in partenza

Per poter migliorare la propria preparazione linguistica gli studenti potranno frequentare degli appositi corsi intensivi online, al termine dei quali dovranno svolgere una verifica in presenza per inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese. Gli studenti, al momento della propria candidatura online sul sito Erasmus Manager, dovranno indicare due delle cinque lingue per cui è previsto il corso online. Riguardo alle modalità, i candidati che non sono in possesso di certificazioni linguistiche potranno seguire un solo corso online, in base alla preferenza espressa per la sede di arrivo. Non è invece necessario seguire i corsi online per gli studenti che siano già in possesso di una o più certificazioni linguistiche.  Sono esonerati dai corsi di lingua gli studenti che abbiano già svolto soggiorni all’estero per Erasmus, in possesso di certificazione linguistica Erasmus già rilasciata dal Centro Linguistico del proprio Ateneo dall’A.A 2015/2016

Quanti CFU possono essere acquisiti all’estero

Per il soggiorno di una durata non inferiore ai 6 mesi è previsto un massimo di 30 CFU, cifra che si alza a 60 CFU per una mobilità dalla durata di 10 mesi.

Il bando non è ancora uscito, ma fra gli studenti dell’UniBa c’è già grande fermento in vista dell’iscrizione. Le novità inserite dovrebbero andare tutte a vantaggio dello studente, ma per capire se effettivamente siano state apprezzate, bisognerà aspettare le prime gradutatorie.

Redazione Romboweb Puglia – Martina De Marco Agrosi’

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *