0

Ud’A: nuovo aggiornamento sulla didattica

Condividi

In seguito all’ordinanza del governatore Marsilio, che decreta l’Abruzzo come “zona rossa”, la d’Annunzio dispone le nuove modifiche per la didattica

didattica

In seguito alla recente collocazione della Regione Abruzzo nella “zona rossa” e alle disposizioni contenute nell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n.102 del 16 novembre 2020, l’università “G. D’Annunzio” di Chieti – Pescara comunica le modifiche da adottare nelle seguenti settimane per l’erogazione della didattica.

Le lezioni relative ai corsi di insegnamento saranno consentite esclusivamente nella modalità telematica e qualora i corsi siano a frequenza obbligatoria le presenze saranno rilevate dall’elenco dei partecipanti sul canale Teams. Anche per quanto concerne le prove finali di laurea, la modalità da adottare sarà telematica.
Gli esami di profitto, sia scritti che orali, saranno svolti in modalità online, applicando i protocolli già operativi. Gli studenti con disabilità e DSA potranno, invece, contattando il servizio di supporto dedicato, concordare modalità personalizzate per lo svolgimento degli esami.
I laureandi con tesi sperimentale potranno, in accordo con il docente relatore, avere accesso ad ogni laboratorio, con l’unica esclusione di quelli posti nelle strutture ospedaliere.

I tirocini curriculari abilitanti saranno svolti, in accordo tanto con il docente quanto con la corretta esecuzione dell’attività formativa, sia in presenza che in remoto, con stretta osservanza delle misure di sicurezza stabilite ed attuate nella “fase3”. Gli enti ospitanti, a tal proposito, dovranno fornire indicazioni precise circa le procedure da seguire.
I tirocini di area non sanitaria potranno essere svolti in presenza in accordo con l’Ente ospitante. L’attivazione della modalità a distanza, quindi, resterà in ogni modo valida ove possibile.
La frequenza dei laboratori dovrà essere limitata a quelle attività strettamente indispensabili, con accesso consentito ad un numero ridotto di persone. In accordo con i docenti i laboratori potranno comunque essere svolti anche a distanza.
L’apertura delle biblioteche e delle sale lettura, sia in sede Chieti sia in sede Pescara, resterà confermata con accesso contingentato e su prenotazione per il ritiro dei testi e dello studio in loco.
Le attività di collaborazione studentesca saranno svolte in presenza presso l’Ateneo, con modalità a distanza dove ritenuto fattibile o richiesto dalle strutture di assegnazione e destinazione.
Previo appuntamento concordato con il docente, il ricevimento degli studenti e il tutorato sarà svolto secondo la modalità da essi scelta, in applicazione al protocollo operativo in uso. Nel caso di ricevimento in presenza, sarà svolto nelle aule dell’Ateneo, nell’osservanza delle misure di sicurezza.
Assegnisti, dottorandi e specializzando potranno svolgere l’attività sia in presenza sia in remoto, con previo accordo del docente e seguendo la corretta esecuzione delle attività formative e delle misure di sicurezza stabilite dalla Fase 3.

Redazione Romboweb – Anna Alisea Lauria


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *