0

Ud’A: iscrizioni aperte ai corsi per ottenere i 24 CFU

Tutto quello che devi sapere: come e quanto pagare, come iscriversi, cosa fare

Dopo settimane di attesa è stato finalmente pubblicato l’ultimo avviso riguardo i corsi per ottenere i 24 CFU, percorso denominato presso l’Ud’A “PeF24“.  Per poter accedere al corso va anzitutto precisato che vi sono categorie specifiche di studenti e laureati che possono iscriversi:

A) Laureati in possesso di laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento o del diploma di secondo livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica;

B) Studenti iscritti alle magistrali o al quarto e quinto anno delle magistrali a ciclo unico dell’Ud’A, se in regola con le tasse (che abbiano pagato anche la prima rata di questo anno accademico);

C) Laureandi che discuteranno entro la sessione straordinaria di laurea dell’anno accademico 2016/2017;

D) Studenti iscritti a una Scuola di Specializzazione o a un Dottorato di Ricerca Ud’A; Va inoltre ribadito che le condizioni sopra indicate riguardano sia gli studenti in corso che fuori corso. 

Contributo di iscrizione
Per gli studenti magistrali attualmente iscritti all’Ud’A non sarà necessario versare la quota di iscrizione, ad eccezione della marca da bollo da 16,00 €.
Il contributo intero è dovuto per tutti i laureati, indipendentemente dall’Ateneo di provenienza, e sarà diviso in due parti: una quota fissa e una quota variabile
La quota fissa consisterà nel contributo di iscrizione di 50,00 €, più i 16,00€ di bollo. Tale rata dovrà essere saldata entro la scadenza di consegna delle domande di immatricolazione.
La parte variabile verrà invece calcolata in base all’ISEE del proprio nucleo famigliare di appartenenza, ed in base al numero di insegnamenti scelti, secondo quanto riportato da questa tabella:

Valore ISEEIMPORTO per gruppo di 6 cfu
Fino a 15.000,000
Da 15.001,00 a 25.000,0050,00 € 
Da 25.001,00 a 50.000,00 70,00 €
Da 55.001,00 a 75.000,00 90,00 €
Da 75.001,00 e oltre110,00 €

La seconda rata sopra citata verrà generata solo a seguito della compilazione del piano di studi, ed una volta acquisiti i dati relativi il riconoscimento degli esami che sono stati già svolti nel proprio curriculum.
La scadenza per la seconda rata sarà quindi resa nota in seguito sempre sul sito dell’Ateneo.
Il mancato superamento degli esami a fine percorso non da titolo ad alcun tipo di rimborso, e 
comporta in automatico la decadenza dal percorso PeF24 (Art.11).

L’ ISEE
Per ottenere i benefici inerenti al reddito è necessario effettuare l’attestazione ISEE 2018, che può essere richiesto presso un qualsiasi caf fin da ora.
Per ulteriori informazioni sulla procedura di richiesta ISEE è necessario rivolgersi a un CAF, al proprio commercialista o ad un altro ente competente.

Va ribadito ulteriormente come l’ISEE sia necessario per il calcolo della seconda rata del PeF24.

Scadenza iscrizione

La scadenza di immatricolazione al percorso per i 24 CFU è fissata pe  il 16 Febbraio alle 13:00. La scadenza è inderogabile.

Procedura di iscrizione

1) documenti necessari

La procedura di iscrizione sarà interamente online.
Non sarà necessario consegnare i moduli in segreteria per finalizzare l’iscrizione, ma avere tuttavia a disposizione una serie di documenti che dovranno essere caricati online durante la procedura di iscrizione:

  • Copia digitalizzata del documento di identità in PFD o JPG, completa di tutte le facciate (Carta di identità, patente o passaporto).
  • Copia digitalizzata del tesserino sanitario in PDF o JPG,  fronte retro
  • Foto tessera in formato JPG o JPEG. Risoluzione minima 200 dpi, peso massimo 2 MB, dimensione 480×480 pixel. È consigliato l’uso di una foto per documenti, a sfondo chiaro.
  • Per studenti extracomunitari residenti in Italia: copia digitalizzata in PDF o JPG del permesso di soggiorno.
  • Per studenti extracomunitari residenti all’estero: copia digitalizzata in PDF o JPG del visto per motivi di studio per il periodo di durata del corso.
  • Per studenti disabili e invalidi: idonea certificazione prodotta dalle competenti strutture del Sistema Sanitario Nazionale.
  • IMPORTANTE: copia digitalizzata di questa autocertificazione. È necessario stampare, compilare, scannerizzare e caricare online questo documento, nel momento in cui verrà richiesto dal sistema, durante l’immatricolazione. 

Se anche un singolo documento non sarà inserito correttamente l’iscrizione decadrà in automatico.

2) la procedura di immatricolazione

Per chi è già in possesso delle chiavi di accesso alla pagina personale, può non leggere il successivo paragrafo.
Per chi invece non è in possesso di credenziali di accesso, deve registrarsi nell’area riservata, fornendo i propri dati anagrafici e seguendo le indicazioni che appariranno.
L’area riservata corrisponde alla voce “MyPage”, la sezione del sito che consente agli studenti di accedere ai servizi online, che permettono, ad esempio, il pagamento delle tasse e la prenotazione degli esami.
Una volta effettuato l’accesso alla propria pagina personale sarà necessario cliccare sulla sezione segreteria, presente sulla sinistra nella propria pagina personale.
Bisognerà poi seguire il percorso: Immatricolazione → Immatricolazione standard → scelta tipologia corso di studio → Corso singolo 24 cfu.
Nel momento in cui verrà richiesto, andranno inseriti i documenti elencati nella “Parte 1” del presente articolo (Art. 6 del decreto in questione).
Bisognerà effettuare in seguito i pagamenti richiesti entro il 16 febbraio, ore 13:00. Non saranno ammessi pagamenti pervenuti con bonifico bancario o bollettino postale.

Piano di studio

Prima di compilare il piano di studio, è necessario attendere la pubblicazione di un avviso da parte dell’Ateneo che autorizzi a compiere l’operazione. La compilazione non andrà effettuata prima di allora.
Sarà possibile costruire il proprio piano di studi autonomamente e secondo le proprie esigenze curricolari.
Fra la varie opzioni, sarà possibile sostenere 12 cfu in un singolo ambito disciplinare e i restanti 6+6 cfu in altri due ambiti, oppure si potranno sostenere 24 crediti (6+6+6+6) nei quattro ambiti, come stabilito dal Decreto Ministeriale.
In caso di riconoscimento, il piano di studi andrà integrato optando tra gli insegnamenti del PEF24 in offerta, determinando di fatto la scelta di un minor numero di esami rispetto a chi non ha ottenuto alcun riconoscimento.

Offerta formativa

Il PeF24 sarà articolato in insegnamenti non divisibili da minimo 6 cfu in ciascuno degli ambiti disciplinari previsti dal Decreto Ministeriale 616/2017.
Ad ogni CFU corrispondono 6 ore di didattica frontale, per cui ogni insegnamento durerà 36 ore.
Gli orari ed i luoghi di svolgimento delle elezioni saranno pubblicati con un avviso apposito sulla sezione del sito dedicata alla formazione degli insegnanti.
È specificato inoltre che ciascun corso verrà attivato solo con un numero minimo di 20 iscritti, e 
che non è previsto l’obbligo di frequenza.

Studenti disabili o invalidi

Gli studenti disabili o invalidi devono prestare attenzione in maniera particolare ai documenti da consegnare. Suggeriamo quindi di leggere con attenzione il decreto.

Studenti stranieri e studenti in possesso di titolo di studio estero

Gli studenti stranieri o gli studenti in possesso di titolo estero devono rispettare ulteriori vincoli specificati nel decreto di apertura dei corsi.

Ricordiamo infine che le procedure di iscrizione si concludono il 16 febbraio. La redazione di romboweb vi terrà aggiornati sulle novità.

Redazione Romboweb Abruzzo – Davide Di Rienzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *