0

Salvini a Chieti? La risposta degli studenti: discuteremo noi la tua legge di bilancio in tema di Università

Condividi

Mercato di corso Marrucino prima e auditorium Cianfrani dopo, il weekend propaganda di Salvini inizia da Chieti

Il cammino quasi profetico del Ministro degli Interni Matteo Salvini passa anche per il colle teatino. Oggi, per le vie del centro storico di Chieti, il Ministro sarà prima in visita al mercato di corso Marrucino; in seguito, alle 12, ci sarà un incontro pubblico presso l’auditorium Cianfrani, in zona Civitella.

Eppure è passata appena una settimana dall’approvazione della legge di bilancio ed è già il tempo di raccogliere il “consenso” che ne deriva. Una parte ha scelto lo spot anticasta in stile cinepanettone, l’altra parte continua la scia populista classica, con le piazze, i mercati, luoghi in cui i cittadini camminano a pancia scoperta. Si preferisce discutere con il popolo del mercato di una legge di bilancio che riguarda tutti in diversi ambiti e che la politica dovrebbe tutelare con le sue istituzioni. Un esempio è l’Istruzione. Già dal contratto “giallo-verde” si sapeva poco e niente, ma a quanto pare il Miur non solo è diventato il cavallo di Troia leghista per un regionalismo scolastico, è divenuta soprattutto la miglior voce di spesa in cui tagliare milioni e milioni di euro. 30 milioni di euro in meno sulla ricerca, tagli per 40 milioni sul Fondo di Finzanziamento Ordinario (FFO), 30 milioni decurtati al diritto allo studio mantenendo ancora la figura dello studente idoneo ma non beneficiario di borsa di studio, il blocco delle assunzioni.  Insomma se nelle casse dello Stato ci saranno entrate, saranno a spesa delle Università e la retorica con cui questi tagli passano per le spalle degli studenti è quella di aspettare, di stringere i denti per favorire il finanziamento del reddito di cittadinanza. Così, caro studente che ti fai in quattro per raggiungere il dottorato di ricerca, lascia perdere e aspetta che arrivi la carta premio del governo.

L’istruzione non è una priorità per questo governo. Per questo motivo gli studenti, come ha fatto giorni prima il Presidente del CNSU (Consiglio Nazionale degli Studenti) Anna Azzalin attraverso una lettera ed un video di denuncia, chiedono un confronto con le istituzioni competenti, un confronto negato più volte dal Ministro Bussetti.
Oggi Salvini sarà a Chieti, nel pomeriggio sarà a Pescara, in due città che insieme ospitano circa 25mila studenti e 52 corsi di laurea, e girerà le vie del mercato e delle piazze ricorrendo ai soliti slogan sulla sicurezza, sui migranti e sull’Europa dimenticando i tagli inflitti alle Università con la legge di bilancio.

Redazione Romboweb – Giornale studentesco universitario – Claudio Tucci

Foto di Salvini davanti Teatro Marrucino


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *