0

Pescara, arriva la nuova biblioteca aperta fino alle 24

Condividi

In via Tirino, arrivano nuovi locali per la biblioteca universitaria della sede di Pescara; sarà aperta fino alle 24 anche nei fine settimana

“Il sindaco è stato rapidissimo nel risolvere un problema che avevamo – afferma il Rettore Caputi – Con questa soluzione, che prevede locali vicini all’università, ma separati, sarà molto più facile garantire l’apertura. Sarà una biblioteca universitaria a disposizione della città”.

Saranno due blocchi di circa 600 metri, di proprietà del Comune di Pescara, che si trovano al piano terra di un condominio. Locali che in precedenza ospitavano la Misericordia e Ambiente Spa, cui è già stata trovata una nuova collocazione.

È a luglio che l’Università, a causa dei numerosi cantieri aperti in ateneo, aveva chiesto al comune la possibilità di individuare dei locali adatti ad ospitare la nuova biblioteca. Per far fronte alle numerose richieste da parte degli studenti, l’amministrazione comunale, con apposita delibera, ha selezionato proprio le strutture di via Tirino. Il canone annuo che la ‘d’Annunzio’ dovrà pagare per l’affitto è pari a 40.600 euro.

“Riceviamo richieste da tanti studenti che vogliono spazi aperti anche il sabato e la domenica” afferma Masci “in questo modo diamo una risposta ai giovani di Pescara e non soltanto di Pescara. L’università, d’altronde, sono gli studenti. Pescara non può non essere all’avanguardia per tutti i servizi che riguardano gli studenti. Questa consiliatura creerà un rapporto e saldatura con l’Università, mai visti prima. Attorno all’università c’è un movimento che vale buona parte del Pil pescarese. Oggi Pescara ha una biblioteca universitaria a disposizione di tutti e sempre aperta”, conclude il sindaco.

Il direttore generale, ricordando i disagi causati dai cantieri presenti nella sede pescarese, sottolinea che il progetto della nuova sede della biblioteca è stato “ben accolto dai nostri studenti. Si tratta di due blocchi autonomi” spiega “ed è importante la vicinanza con l’università. Uno dei due blocchi sarà dedicato alla sala lettura con servizi correlati, l’altro alle riviste e all’archivio. Sarà aperta fino alle 24 anche nel fine settimana.

Le novità sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa dal sindaco, Carlo Masci, dal rettore dell’università, Sergio Caputi, dal direttore generale dell’ateneo, Giovanni Cucullo, e dall’assessore comunale Patrizia Martelli.

Redazione Romboweb Giornale studentesco universitario
Claudio Tucci


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *