0

Ordinanza Regione Abruzzo: scuole ed università chiuse, si ritorna alla didattica a distanza fino al 24 novembre

Condividi

Scuole e Università chiuse, misure più restrittive e ricorsi giurisdizionali in caso di mancato rispetto della legge: il Presidente Marsilio firma una nuova ordinanza

È di poche ora fa la notizia di una nuova ordinanza firmata dal Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. Dal 28 ottobre fino al 24 novembre, didattica a distanza per università e scuole superiori di secondo grado.
Per far fronte all’aumento dei contagi dello scenario epidemiologico COVID-19, il Presidente Marsilio ha firmato l’ordinanza in cui vengono stabilite nuove ed importanti diposizioni.

Oltre al disporre il recepimento delle disposizioni contenute nel DPCM del 24 ottobre 2020 (pubblicato in G.U. 265 del 25.10.2020), l’ordinanza contiene specifiche indicazioni in merito all’attività scolastica ed universitaria. Si invita, inizialmente, a modificare o abrogare le disposizione dell’OPGR emanate precedentemente e in contrasto con le disposizione appena decretate, dando un mandato ai Dipartimenti regionali competenti di emanare apposite circolari esplicative laddove necessario.
Nel merito di ciò che concerne l’attività didattica, la giunta regionale abruzzese ha disposto a partire dalla data 28 ottobre 2020 sino al termine del DPCM del 24 ottobre 2020, la sua sospensione. Le attività scolastiche secondarie di secondo grado saranno gestite con la didattica a distanza, rimettendo in capo alle Autorità scolastiche la loro rimodulazione. Solo in caso di comprovata disabilità e condizione di necessità, sarà utilizzata la didattica in presenza.
Qualora la situazione dovesse ulteriormente peggiorare, Marsilio ha ordinato di rinviare a successivi ed eventuali altre misure di sicurezza più restrittive rispetto a quelle ora vigenti a livello nazionale dal riferito DPCM, così come contemplato per le regioni dell’art.1 del decreto-legge 7 ottobre 2020 n.125.
Codesta ordinanza è stata trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, al Prefetto territorialmente competente, ai Sindaci dei Comuni interessati ed al Dipartimento Protezione Civile regionale, all’Ufficio Scolastico Regionale ed è stata pubblica sul sito istituzionale della Regione Abruzzo e sarà altresì pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.
La sua pubblicazione ha valore di notifica individuale a tutti gli effetti di legge e in caso di avversione alla presente Ordinanza, sarà ammesso un ricorso giurisdizionale dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale, al termine di sessanta giorni dalla comunicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di centoventi giorni.

Stando a quanto deciso dall’ordinanza della Giunta Regionale Abruzzo n.92 del 26 ottobre 2020, il Rettore Sergio Caputi notifica attraverso un comunicato stampa ufficiale, riportato sul sito dell’Università “G. D’Annunzio”, che a decorrere dal 28 ottobre e sino al 24 novembre (termine del riferito DPCM del 24 ottobre 2020) la sospensione di tutte le attività di formazione attualmente svolte in presenza. Ogni attività potrà svolgersi solo ed esclusivamente con modalità telematica tranne i tirocini formativi abilitanti.
In base al cambiamento dello scenario epidemiologico potrebbero essere varate misure ancora più restrittive tanto in ambito regionale quanto in ambito prettamente universitario.

Redazione Romboweb – Anna Alisea Lauria



Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *