0

Ecco i settori che richiederanno maggiori competenze e mansioni (2022)

Condividi

Lauree, conoscenze e competenze, ecco le nuove sfide dell’università per restare al passo con i mutamenti del mercato del lavoro

Il mondo del lavoro è in continua trasformazione, ci si chiede pertanto come stia cambiano non solo il mondo del lavoro bensì il mondo accademico e professionale per preparare il nuovo tessuto di competenze che i settori lavorativi chiederanno. Sembra una tendenza malsana quella delle università pubbliche a restare ferme sul tema dell’innovazione mentre le università private tendono ad innovare maggiormente i propri corsi di studio forse perchè più consapevoli delle previsioni del mercato del lavoro.

Ma quali sono i settori che richiederanno maggiori unità lavorative nei prossimi anni? 

Settore della trasformazione digitale e dell’eco sostenibilità: Rappresenta il settore che richiederà maggiori ingressi, si stimano circa 250 mila unità per la trasformazione digitale delle aziende e per la filiera dell’eco sostenibilità. Richiederanno figure che sapranno innovare, gestire la comunicazioni, i dati, la gestione e la produzione.

Settore  cosmetico, salute e benessere: questo settore richiederà medici, infermieri, biologi, chimici, cosmetologi, fisioterapisti, tecnici di laboratorio. Si stima che la richiesta nei prossimi anni arrivi a toccare le 340 mila unità.

Settore della cultura, educazione e marketing: rivolto a figure come docenti, formatori, gestori della comunicazione , il settore richiederà 190 mila unità nei prossimi 5 anni

Settore della mobilità, logistica e trasporti: Richiederà figure di gestione e controllo della logistica e dei trasporti aerei, navali, ferroviari. La stima raggiunge 80 mila unità

Settore dell’energia: tutto ciò che riguarda la produzione, gestione, commercializzazione, stoccaggio di energia e gas, la stima raggiunge 30 mila unità in 5 anni.

Jacopo Bassetta


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *