0

Afteradio: e alle sirene non resterà altro che guardare

La terra ha musica per coloro che ascoltano, ecco perché il Siren è tra i migliori e più importanti festival d’Italia del 2017

Avete in mente quelle scene un po’ retrò con l’estate che scorre sullo sfondo e la spensieratezza di assistere ad un concerto nella sua totalità come insieme di luoghi, persone e musica? Shakespeare scriveva “La terra ha musica per coloro che ascoltano” ed è proprio così: Vasto, è la sintesi perfetta di questo concetto.

Nella terra dei borghi più belli d’Italia, Vasto ospita la quarta edizione del Festival delle Sirene. Vivere in una scena da cartolina è l’esperienza che solitamente si vive tra le sonorità del Siren. Dal 2014 ad oggi l’evento è riuscito ad attirare appassionati di musica da tutta Italia. Palazzo d’Avalos con i suoi giardini che guardano il mare, Piazza del Popolo e Porta S. Pietro, gli scenari musicali di un’illusoria ma ben costruita realtà. Tutto questo grazie ad un’organizzazione cresciuta negli anni e che ha saputo credere in questo progetto avendo avuto occhi per guardare lontano con diligenza, emozione e prospettiva.

Ci attende una Line up di spessore quest’anno tra cui Baustelle; Apparat dj; Arab Strap; Ghali; Trentmøller insieme a più di 30 altri artisti.

Il Siren Festival è tra i più importanti festival musicali italiani, gode di una line up notevole, un location emozionante, una scelta gratuita da non sottovalutare e un un pubblico che cresce sempre più edizione dopo edizione. A Vasto anche quest’anno si spengono le luci e si accende la passione per la musica, e alle sirene non resterà altro che guardare. 

Redazione di AfteRadio – Jacopo Fabrizio & Domenico Daniele

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *