Associazione 360Gradi

Condividi

logo 360 gradi_245

L’associazione 360Gradi è nata nel 1997 su iniziativa di studenti dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara.

È un’associazione libera e indipendente che agisce sul territorio di Chieti e Pescara grazie all’impegno di centinaia di studenti che, nel corso degli anni, hanno voluto cimentarsi nelle attività di rappresentanza studentesca e di promozione di attività socio-culturali.

Dalla nascita, 360Gradi partecipa alle elezioni studentesche presentando una lista di rappresentanti apartitica ed indipendente che elegge rappresentanti degli studenti in tutti i corsi di studio e in tutti gli organi collegiali di Ateneo.

Chiunque abbia interesse, passione e voglia di impegnarsi in prima persona per la propria comunità può partecipare alle attività di rappresentanza dell’associazione e proporsi alla stessa al dife di attivarsi  in prima linea nella difesa dei diritti e nella promozione di nuovi modelli per le nuove generazioni di studenti.

Tra le principali attività di rappresentanza in università vi sono: presenza costante all’interno degli organi collegiali di Ateneo; lo studio approfondito delle norme generali e locali circa la disciplina della contribuzione studentesca; il rispetto dei diritti e dei doveri degli studenti; il potenziamento dei servizi volti alla promozione del diritto allo studio universitario; il supporto a tutti gli studenti nelle pratiche burocratiche e amministrative; l’amplificazione, negli organi competenti, delle istanze di natura qualitativa e organizzativa della didattica sollevate dagli studenti.

Nel 2006 gli studenti di “360Gradi” hanno avvertito l’esigenza di strutturarsi e hanno dotato l’associazione di un proprio Statuto che tutt’ora ne regola la vita interna. Oltre alla principale attività di rappresentanza studentesca, l’impegno dell’associazione è volto alla promozione e all’organizzazione di numerose attività culturali e sociali per gli studenti dell’Ateneo.

Tra i progetti e le iniziative di maggior successo:

  • Emeroteca nel polo di Chieti e di Pescara: uno spazio di studio, di aggregazione, di incontro e di scambio di cultura all’interno del campus universitario con fruizione gratuita di periodici cartacei e online e della rete internet wi-fi;
  • la testata giornalistica “Romboweb” e la guida-agenda universitaria “Start360”;
  • Laboratori teatrali sperimentali di prosa e  di teatro sociale: aperti a chiunque volesse partecipare gratuitamente a corsi di teatro culminanti in una rappresentazione finale serale presso l’Auditorium del Rettorato;
  • Cineforum360Gradi: serie di proiezioni cinematografiche gratuite all’aperto in Ateneo che trattano temi di attualità (non solo universitaria) e temi per promuovere la legalità;
  • Laboratori creativi: ne è un esempio il progetto “Facoltà di riciclo”, attraverso il quale gruppi di studenti imparano a produrre opere d’arte partendo da materiali di scarto;
  • Festival Strade Musicali: la grande manifestazione che, ogni anno, anima il campus di Chieti in “tre giorni” di musica e cultura; i festival Altrafrequenza su Chieti e Pindarock su Pescara; l’attività musicale del Matricoland per il benvenuto alle matricole universitarie;
  • iniziative, conferenze, workshop in collaborazione con associazioni di volontariato e umanitarie quali Libera, Emergency, Architettura Senza Frontiere, Greenpeace e tante altre che, ogni giorno, si battono per i più deboli e per i diritti degli esseri viventi in generale.
  • Riapertura del Friday For Future nel territorio di Chieti in collaborazione con le associazioni sul territorio per la promozione di modelli ecosostenibili e della salvaguarda ambientale;
  • iniziative dedicate al mese del Pride nonché conferenze e attività per il rispetto della cultura di genere e di tutte le diverse culture e linguaggi nel mondo.

Chiunque è invitato non solo a partecipare, ma anche a proporre ed organizzare progetti e manifestazioni destinati ad impreziosire il dibattito socio-culturale della nostra Università!

Se ti senti parte della nostra comunità, contattaci.

#360Gradi! https://www.associazione360gradi.com/
#Liberidirappresentare
#Studentiliberiedindipendenti


Condividi

8 Comments

      • Buongiorno dovendo iniziare il corso 24 cfu ho notato che al cune lezioni forse si terranno alle 8 30.
        Io abito lontano e non ho la casa in affitto.non staro qui a racconttarvi la mia vita comunque come mai?

        Si possono posticipare? Con l orario

  1. Italo Calvino -La giornata d’uno scrutatore
    “I temi che tocco con La giornata d’uno scrutatore , quello della infelicita’ di natura, del dolore , la responsabilita’ della procreazione , non avevo mai osato sfiorarli prima d’ora. Non dico ora d’aver fatto piu’ che sfiorarli; ma gia’ l’ammette la loro esistenza , il sapere che si deve tenere conto , cambia molte cose.”
    Dalla presentazione scritta da Calvino nel 1963
    I anno , laurea specialistica..

    • buongiorno volevo sapere siccome si sta riniziando sul pef 24 se esesiste un gruppo di idee on line o su Facebook o e selo creerete per scambiare idee news appunti sul pef 24 o idee di studio sui cfu da acuisire grazie mille

  2. Offerta di Lavoro/
    Dipartimento di Scienze della Formazione / di economia
    Al prof. Gaetano Bonetta.

    Proposte di lavoro e di laboratorio –Chieti 2008
    Premesse.
    Scopi di questi laboratori sono.
    -Rendere agli studenti parte attiva di un lavoro di gruppo , e non meno auditorio , come spesso avviene nelle lezioni frontali.
    -I laboratori nascono al fine di permettere l’interazione tra studenti , pertanto saranno aperti a chiunque voglia cimentarvisi , con la relativa assegnazione del credito.
    -Avere a disposizione nel percorso universitario dei laboratori che siano prettamente filosofici, e con i quali poter esaurire i crediti universitari destinati alla voce ulteriori voci linguistiche e filosofiche.
    -Imparare a scrivere i testi di filosofia e fare ricerca filosofica , in sostanza imparare il mestiere di filosofo ricercatore.
    -Cercare non solo di capire le opere e gli autori , ma intraprendere un percorso per la formazione personale di idee , e avere un confronto alla pari , con filosofi e con i problemi da loro sollevati.

    Laboratorio I.
    Seminario alla tedesca per analizzare l’opera di un autore.
    -si scegli un ‘opera da analizzare.
    -ad ogni incontro si concorderà un capitolo che tutti i presenti s’impegneranno a leggere per l’incontro successivo , al fine di favorire una discussione documentata.
    -un alunno a rotazione , riassume brevemente il contenuto delle pagine .
    -si procede alla discussione in classe delle pagine analizzate , nella quale il docente ha il compito da moderare.
    -il docente può riservarsi un breve spazio per illustrare le peculiarità del testo che difficilmente si riesce a cogliere se non si ha una veduta d’insieme.
    -alla conclusione del laboratorio ogni alunno è incaricato di stilare un saggio filosofico su un tema affrontato durante il corso.

    Laboratorio II.
    Laboratorio e forma di scrittura filosofica.
    -Scopo almeno dei laboratori o seminari è che ogni studente partecipante stili un saggio scientifico filosofico . Il ruolo del professore è di seguire ogni alunno ad ogni piccolo passo della stesura ed illustrare attualmente come si scrive un saggio filosofico , quindi no solo spiegare quali siano i criteri scientifici da raggiungere , ma anche mostrare quali strumenti vengano esposti dal professore , quali strategie di ricerca , quali strategie espositive.
    -I temi dovranno essere scelti principalmente dagli alunni , ma eventualmente si può concordare , qualora siano i temi affini , in modo che possa nascere un vero e proprio progetto di ricerca.
    -un paio di lezioni dovranno essere dedicate dal docente per illustrare la genesi di un lavoro , come ha avuto l’idea di scrivere quel tema , che ha condotto la ricerca , gli scopi , quali sono stati i tempi di stesura , come è giunto trovare contatti per la pubblicazione.
    -la prova finale su cui valutare l’alunno sarà proprio il saggio stilato durante il corso.

    Laboratorio III.
    Discussione di idee-guida.
    -Scopo del laboratorio è discutere di alcune idee che hanno animato la storia della filosofia e trascinare le genesi e lo sviluppo.
    -a lezione , un alunno avrà il compito di riassumere sinteticamente il materiale che tutti devono aver letto , stilando eventualmente uno schema riassuntivo da contribuire alla classe.
    -a partire da ciò dovranno essere discusse le idee . lo scopo del seminario non è penetrare il pensiero degli autori , ma affrontare le convinzioni , proprie di filosofi , esporre e problematizzare la coerenza e la cogenza delle argomentazioni.
    -il professore avrà il compito di fare da moderatore nelle discussioni , non di che di partecipare attivamente alla discussione quale membro attivo.
    -come prova finale , ogni alunno dovrà stilare un saggio breve su un tema affrontato lungo il percorso e dire la sua idea. Il saggio dovrà possibilmente essere di tipo argomentativo e propositivo di idee e posizione aperte , non una mera risposta interpretativa del pensiero di un autore.

    -Laboratorio IV.
    Laboratorio di filosofia contemporanea.
    -scopo del laboratorio è di presentare i più grandi filosofi contemporanei e le grandi questioni di dibattito pubblico.
    -le modalità del percorso o anche corso sono da concordare con il docente.

    D’impegni.
    Enrico Galuppo.
    Matricola 3086107
    F/Psi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.